Responsabilizzare i manager: il miglioramento delle competenze nella consulenza è vitale per supportare la salute mentale dei dipendenti

A cura di Relations Australia

Quando guidi gli altri, puoi aspettarti di fornire guida, costruire relazioni e comunicare con il tuo team. Ma sta diventando sempre più comune per i leader svolgere anche il ruolo di consigliere. Perché quando guidi gli altri, non gestisci solo progetti e attività, ma gestisci anche le persone e le loro emozioni. È come inciampare nella sedia di un consulente senza nemmeno rendersene conto o essere attrezzati per farlo.

Con il ruolo dei manager che si espande per includere questa attenzione alla salute mentale, è importante capire quali problemi possono sorgere e come supportare al meglio i propri dipendenti.

Maggiore apertura riguardo alla salute mentale

Mentre i problemi di salute mentale erano avvolti nello stigma, oggigiorno possiamo parlare più apertamente di ciò che sta influenzando il nostro stato mentale, che si tratti di depressione, ansia, disturbo da stress post-traumatico o qualcos'altro.

Secondo il Indicatori 2022 di un sondaggio su un ambiente di lavoro fiorente, 28% dei lavoratori hanno riferito di aver avuto un problema di salute mentale negli ultimi 12 mesi e una persona su quattro ha riferito di avere un problema di salute mentale.

Lo stesso sondaggio ha rilevato che una persona su 10 ha subito episodi di bullismo sul lavoro negli ultimi 12 mesi e una su 10 ha subito discriminazioni basate su sesso, età, religione, disabilità o responsabilità familiari.

Essere vittima di bullismo e discriminazione non solo peggiora la salute mentale di una persona; Anche i problemi di salute mentale preesistenti possono essere un fattore di rischio di bullismo e discriminazione.

Un articolo del 2021 negli Annals of Work Exposure and Health hanno scoperto che mentre il bullismo sul posto di lavoro è in gran parte dovuto all’organizzazione, non all’individuo, il successivo bullismo può essere dovuto sia a deficit organizzativi sia a problemi di salute mentale della persona che ne è vittima.

I datori di lavoro devono gestire i rischi psicosociali

L’impatto dei problemi di salute mentale sulle organizzazioni non può essere ignorato. IL Inchiesta della Commissione per la produttività sulla salute mentale nel 2020 Si stima che le malattie mentali costino all’economia australiana circa $70 miliardi all’anno. Il costo associato alla disabilità e alla morte prematura dovuta a malattie mentali ammonta a ulteriori $150 miliardi all’anno.

A seguito di una recente modifica alle normative sul posto di lavoro, i datori di lavoro hanno ora l’obbligo di stabilire le priorità salute mentale dei dipendenti. Dal 1° aprile 2023, ai sensi della legge sulla salute e sicurezza sul lavoro, i datori di lavoro sono tenuti per legge a gestire i rischi psicosociali sul posto di lavoro. Questi potrebbero includere la mancanza di chiarezza dei ruoli, carichi di lavoro ingestibili, violenza e molestie.

Questo cambiamento ha portato con sé la necessità che i luoghi di lavoro prendano sul serio queste questioni, sia da un punto di vista legale, sia in risposta a una maggiore aspettativa da parte dei dipendenti.

Sono finiti i giorni in cui lavoro e vita personale dovevano essere tenuti separati. Che si tratti di discutere apertamente delle pressioni affrontate sul posto di lavoro o di altre sfide nella loro vita, sempre più dipendenti si rivolgono ai propri manager per ricevere supporto.

Anche se ci sono ancora molti dipendenti che non si sentono a proprio agio nel rivelare problemi di salute mentale sul lavoro – 53% dei lavoratori australiani nasconderebbe una condizione di salute mentale o fisica avevano per non essere giudicati o discriminati, secondo un sondaggio YouGov del 2021: è ancora molto importante che i manager siano attrezzati per affrontare qualsiasi problema che influisca sul loro personale.

Aspettative di leader e manager

Come riportato nel Revisione finanziaria australiana, i datori di lavoro chiedono sempre più spesso ai loro manager e leader di frequentare corsi di formazione sulla salute mentale, a causa del loro ruolo di "consulenti non ufficiali".

Questo tipo di formazione, incluso il Formazione professionale del Counsellor accidentale che forniamo, è progettato per assistere le persone che non sono consulenti qualificati ma che spesso si trovano a ricoprire un ruolo di consulenza, come è probabile che facciano i manager.

Ci si aspetta che i manager siano in sintonia con i segnali di disagio mentale tra i membri del loro team, che si tratti di sottili cambiamenti nel comportamento o di problemi di prestazione. Anche l’aumento dell’assenteismo può essere un indizio che qualcosa non va.

In che modo i leader possono sostenere la salute mentale dei propri dipendenti?

Come mostrano le statistiche, non tutti i dipendenti si sentiranno a proprio agio nel condividere i propri problemi di salute mentale con il proprio manager – e questo è un loro diritto. Ma promuovendo canali di comunicazione aperti e creando un ambiente favorevole, i manager possono incoraggiare i dipendenti a sentirsi a proprio agio nel cercare aiuto e supporto quando ne hanno bisogno.

Quando i dipendenti si rivolgono al proprio manager e condividono ciò che stanno attraversando, è importante che i manager si sentano dotati delle conoscenze e delle risorse per affrontare efficacemente i problemi di salute mentale. Fornire l’accesso a servizi di consulenza, implementare modalità di lavoro flessibili o offrire formazione sulle tecniche di gestione dello stress possono supportare i dipendenti.

La nostra CEO e psicologa clinica, Elisabeth Shaw. dice che la divulgazione guiderà l'andamento della conversazione.

“Se è un momento difficile, è bene dire: 'Grazie per aver condiviso con me – dato che sono il tuo manager/collega, cosa hai bisogno da me?' Potrebbero dire che hanno bisogno di modificare il loro orario di lavoro per un periodo, o potrebbero essere un po’ distratti, o aver bisogno di una pausa. È anche utile dire: "Sono felice di supportarti, ma dovresti rivolgerti a un professionista qualificato, non posso svolgere quel ruolo".

Elisabeth sottolinea che potresti dover dire che non puoi tenere la questione per te, ma che rispetti la loro fiducia e privacy e che insieme volete rivelarla a una persona selezionata (o persone) in grado di ottenere il giusto supporto in posto.

"Assicurati di non svolgere un ruolo di aiuto", aggiunge. “Una persona che rivela qualcosa potrebbe in seguito rivolere la propria privacy o potrebbe sentirsi nervosa per avertelo detto. Agisci in modo naturale e fai il check-in proprio come promesso o appropriato. Non perseguire o invitare attivamente ulteriori confidenze.

Una domanda a cui non è facile porre o rispondere riguarda il rischio di suicidio. Capire quando e se è opportuno confrontarsi con un dipendente e sapere come rispondere in modo sicuro è un'abilità cruciale per un leader. Durante il nostro Consulente per caso workshop, discutiamo di questo argomento impegnativo e importante, perché i datori di lavoro hanno il dovere di mantenere un ambiente di lavoro sicuro per tutti i dipendenti.

Se si parla di suicidio, non dovresti promettere di mantenerlo riservato. Elisabeth suggerisce invece di dire: "Tu ed io abbiamo bisogno di maggiore assistenza". "Questo ti mette sulla stessa lunghezza d'onda, lavorando in modo unito per ottenere aiuto", afferma. “Puoi dire: 'Non posso tenerlo per me perché sei troppo importante, e questo è troppo importante. Tuttavia, possiamo adottare misure successive e preservare comunque la tua privacy."

Anche strategie come garantire che i carichi di lavoro e le aspettative siano gestibili e ragionevoli, confrontarsi regolarmente con i dipendenti, avere linee di comunicazione aperte e consentire flessibilità possono svolgere un ruolo importante nel ridurre lo stress sul posto di lavoro. Perché anche se le sessioni di yoga e meditazione sul posto di lavoro sono degli extra interessanti da avere, in definitiva non fanno molto per migliorare la salute mentale dei dipendenti.

In definitiva, dando priorità alla salute mentale dei membri del proprio team, i manager più esperti possono coltivare una cultura di empatia, resilienza e benessere all’interno delle proprie organizzazioni, portando a una maggiore soddisfazione, produttività e fidelizzazione dei dipendenti.

È anche importante che i leader si prendano cura della propria salute mentale, proprio come farebbe un consulente. Ascoltare le preoccupazioni e i problemi degli altri può essere mentalmente ed emotivamente stancante e può anche far emergere alcuni dei tuoi problemi. Mantenere i confini è fondamentale per non investire eccessivamente nei problemi di un'altra persona e per mantenersi in salute.

Elisabeth dice che è molto importante che i leader si assicurino qualche saggio consiglio. "Potrebbe trattarsi di una risorsa interna delle risorse umane o di qualcuno esterno come un coach o un mentore."

Se ritieni di aver bisogno di ulteriore supporto per affrontare le sfide sul posto di lavoro, Relationships Australia NSW offre anche a gamma di servizi che può aiutare. Mettiti in contatto con noi oggi.

Connettiti con noi

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi le ultime notizie e contenuti.

Supportare il benessere della tua relazione

Scopri le ultime novità dal nostro Knowledge Hub.

The ‘Friendship Recession’: Why Men Struggle to Build and Keep Close Friends 

Articolo.Individui.Amicizie

La "recessione dell'amicizia": perché gli uomini lottano per costruire e mantenere amici intimi

Nel 2023, Leonard ha intrapreso una “ricerca” di un mese per fare nuove amicizie e riconnettersi con quelli vecchi. Scrivere per Il...

How to Set Healthy Boundaries in Your Relationships

video.Individui.Comunicazione

Come stabilire confini sani nelle tue relazioni

Sei gradito alle persone? Piegarsi all'indietro? Potresti aver bisogno di aiuto per stabilire confini sani. Un confine è una linea che...

The First Steps to Take if You’re Considering a Divorce

video.Individui.Divorzio + Separazione

I primi passi da compiere se stai pensando di divorziare

Nei matrimoni moderni, il concetto "finché morte non ci separi" sembra essere più una linea guida che una...

Iscriviti alla nostra newsletter
Salta al contenuto